Come fare per


Amministratori di sostegno
Cos'è

È la procedura con la quale si richiede la nomina di un amministratore di sostegno per un soggetto che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.

Chi
  • Il soggetto beneficiario, anche se minore, interdetto o inabilitato (in questo caso il ricorso deve essere presentato congiuntamente all’istanza di revoca dell’interdizione o dell’inabilitazione davanti al giudice competente per quest’ultima);
  • Il coniuge non separato legalmente;
  • La persona stabilmente convivente;
  • I parenti entro il quarto grado;
  • Gli affini entro il secondo grado;
  • Se vi sono, il tutore o curatore dell’interdicendo o dell’inabilitando dopo la revoca dell’inabilitazione o dell’interdizione;
  • I responsabili dei servizi sanitari direttamente impegnati nella cura e assistenza della persona (se a conoscenza di fatti tali da rendere opportuna l’apertura del procedimento e non ritengano semplicemente di darne notizia al Pubblico Ministero);
  • Il Pubblico Ministero.
Cosa Occorre

Nota di iscrizione a ruolo (per utenza non assistita da un legale utilizzare il Modulo V1. In caso di assistenza di un legale, è necessaria invece la Nota di iscrizione a ruolo informatizzata con codice a barre) e compilazione del Modulo V11.

I moduli qui richiamati sono reperibili sul sito internet della Tribunale o presso la Cancelleria Volontaria Giurisdizione;

  • Certificato di nascita del beneficiario;
  • Certificato di residenza attuale del beneficiario;
  • Stato di famiglia storico della persona potenzialmente beneficiaria dal quale si desume la composizione della famiglia di origine;
  • Attestazione medico sanitaria sulle condizioni di salute del beneficiario;
  • Certificato che attesti eventuale ricovero del beneficiario in struttura sanitaria, casa riposo, altro;
  • Certificato del medico curante che attesti la condizione psico–fisica del beneficiario con riferimento dettagliato all’incapacità parziale o totale di badare a se stesso;

Qualora si chieda la visita domiciliare in luogo della comparizione in udienza del beneficiario per essere sentito dal Giudice Tutelare, è necessaria la prova dell’impossibilità del beneficiario a comparire all’udienza che si terrà in Tribunale, neppure se trasportato in ambulanza; tendenzialmente la prova va data mediante dichiarazione del medico che attesta un tale stato.

Cosa Occorre

Cancelleria Volontaria Giurisdizione (Palazzo Carcano - Via Beltrani n.°6, Piano Terra).

Costo
  • Esente da contributo unificato;
  • N. 1 marca per diritti di cancelleria da € 27,00.
Tempistica*

Dal deposito della documentazione, circa 20 giorni per la fissazione dell'udienza.

 

*salvo casi eccezionali

Come fare per...